BIO

Percussionista e salterista, laureato in Filosofia, Storia della Filosofia medievale, specializzato in musica antica -Medioevo, Rinascimento e primo Barocco- e musica della tradizione europea e del bacino del Mediterraneo.

Per la ricerca, si occupa del rapporto tra cultura orale e scritta e tra musica antica e filosofia, specializzandosi in particolar modo sulle opere teorico-speculative di Boezio e Jacobus da Liegi. Ha frequentato corsi di specializzazione in Italia e all’estero, (teoria, paleografia musicale, prassi esecutiva, filologia, filosofia della musica, ricerca su campo), tra questi: Università degli studi di Perugia, Conservatorio di Pesaro, Centro di musica antica di Ginevra, Scuola Civica di Musica di Foligno – Pg, Fondation Royaumont – Fr, Scuola Interamnense di Roma, L’Aquila-musica antica, Corsi di musica antica di Urbino, Corsi di musica tradizionale di Modena, Centro studi Ecòle Britten- Perigeaux, Conservatorio Grecanico….

Dal 1996, svolge un’ampia attività concertistica in Italia e all’estero: Francia-Inghilterra-Austria-Svezia-Bosnia-Spagna-Svizzera-Croazia-Slovenia-Polonia-Olanda-Belgio-Portogallo-Germania Ungheria-Giappone-Marocco-Egitto-Colombia-Uruguai-Argentina-Brasile-Chile-StatiUniti-Canada- ,con numerosi ensemble: Ensemble Lucidarium (CH-IT), ensemble Micrologus (IT), ensemble Dramsam (IT), ensemble Aquilegia (FR-CH),ensemble del Centre de Musique Anciennes de Geneve (CH), ensemble Antonio il Verso (IT), Cappella della Pietà dei Turchini (dir. A. Florio-IT), ensemble Diwan CH, ensemble Barocco ( dir. A. Curtis, GB-IT), Mediva (GB), Salterello (CH), Fata La Parte (CH), Concentus Musicus Patavinus (IT) Gorzanis Project (SLO), Cantar Lontano (dir. M. Mencoboni, IT), La lyra (Slo), Concerto Romano (dir. A. Quarta-IT), Salon de Musique (M. Ferrari, IT), La Pifaresca (IT), Armoniosoincanto (dir. F. Radicchia), Mediva (GB), Umbra Lucis (IT), Crypta Canonicorum (E. Finucci), Ensemble Odhecaton (dir. P. Da Col,) Cantores Umbri (IT), Laus Veris (IT), Aquila Altera (IT), Orientis Partibus (IT), Sonidumbra (IT), Viola Buzzi (IT)), Fratelli Mancuso (IT), Enrico Fink quartett (IT) OMA-Orchestra multietnica di Arezzo (IT), Musica Antica Latina (IT), Ensemble Diapsalmata (IT), Progetto Diwan (Turchia-Svizzera), Collettivo Orfeo (Fondation Royaumont-FR), Banchetto Barocco (IT), co-fondatore dell’ensemble Anonima Frottolisti, Les Trois comò, direttore artistico del Festival Musica dalla Torre di Marciano della Chiana e coordinatore delle stagioni musicali del Museo della Cattedrale di San Rufino di Assisi.

Come docente, collabora, ed ha collaborato, con il Centro di Musica Antica di Ginevra (CH), Conservatorio di Mantova, Uni-mail (CH), Libera Università Popolare dell’Umbria, Università degli Studi di Perugia, Conservatorio di Latina, Centro Studi Adolfo Broegg-Pg, Incontri sulla musica della tradizione orale Umbria tradizioni in cammino-Sonidumbra, Fondazione Giorgio Cini (Venezia), Conservatorio di Banskabistritza (Rep. Ceca), Ecòle Britten (FR), Fondation Royaumont (FR). Co-fondatore dell’Accademia di Arti Antiche Resonars di Assisi specializzata nella didattica della musica antica.

Socio della cooperativa Officine della Cultura di Arezzo, con la quale collabora nella produzione musicale e teatrale. Fondatore e presidente dell’Associazione Ritmi, promozione sociale, iscritta all’albo regionale: con Associazione Ritmi di Assisi si è occupa del terzo settore, politiche culturali e sociali .

Ha inciso dischi per le case discografiche: Tactus, Bongiovanni, Empreinte digitale, K614, Raum Klang, Christoforus, Materiali Resistenti, MaxResearch, ed. Micrologus, ed. Aquila Altera, ed. Ritmi. Ha collaborato con alcune Radio nazionali ed estere (RadioRai 2, RadioRAi 3, Radio nazionale Olandese- Radio del Lussemburgo-Svizzera italiana- Tedesca- Americana), ha inciso colonne sonore per film e documentari.

Come ricercatore, ha inoltre pubblicato articoli e testi sulla musica tradizionale, antica, sulla medicina popolare, sulla storia del teatro e sulla devozione popolare.

istemundus@virgilio.it

+39 – 348 722 8684

C.V. Massimiliano Dragoni